La Cucina

La natura entra nel piatto

L’approccio della nostra cucina è semplice: non c’è un piano predefinito, ma è la natura che stabilisce ciò che arriva nel piatto. Ogni giorno, infatti, il menu dipende da ciò che è disponibile al momento nella Tenuta o nelle fattorie dei nostri fornitori. Quali verdure sono mature? Quante uova hanno posato le galline oggi? Quale animale è stato macellato?

Flora Hohmann, chef del nostro ristorante, con l’aiuto prezioso di Maximilian Feichter, responsabile dell’organismo agricolo della Tenuta, sa immaginare un menu fin da quando sceglie quali verdure piantare nell’orto. La sua cucina racconta ogni giorno ciò che sta crescendo o vivendo in loco, poiché da noi l’agricoltura e la ristorazione vanno sempre di pari passo. E la verdura che trovi nel piatto, fino a due ore prima era ancora in terra nell’orto.

It’s a match

Flora Hohmann e la famiglia Lageder hanno molte cose in comune: sentire di capirsi alla perfezione, volersi calare sempre nel contesto delle cose, condividere dei valori, puntare a obiettivi comuni, ma anche saper imparare dalla natura, comprenderla e sentirla.

Cresciuta tra i frutteti estensivi che costeggiano il lago di Ammer nell’Alta Baviera, fin da piccola Flora Hohmann imparò a cucinare e a farsi il pane con le proprie mani. Dopo la scuola alberghiera, fu assunta come capocuoca all’enoteca “Walter und Benjamin”, dove ebbe modo di dare spazio alla propria creatività e scoprire le interazioni fra il vino e il cibo buono. Dopo la laurea all’Università Slow Food di Pollenzo, assunse la direzione del “Tantris Natural Wine Bar”, e da allora ha curato numerosi progetti ispirati al principio “dalla fattoria alla tavola”.

Tutto ha un valore

Ci teniamo molto a valorizzare gli alimenti nella loro interezza evitando ogni spreco. Dei nostri animali utilizziamo tutta la carne, dalla spalla alla lombata, dalla salsiccia al paté. La verdura e la frutta che non portiamo in tavola nel ristorante non la buttiamo, ma la conserviamo sciroppata, sott’olio, sott’aceto, essiccata o fermentata, in un laboratorio attrezzato che abbiamo allestito nella Tenuta.

La Natura entra nel piatto

L’approccio della nostra cucina è semplice: non c’è un piano predefinito, ma è la natura che stabilisce ciò che arriva nel piatto. Ogni giorno, infatti, il menu dipende da ciò che è disponibile al momento nella Tenuta o nelle fattorie dei nostri fornitori. Quali verdure sono mature? Quante uova hanno posato le galline oggi? Quale animale è stato macellato?

Flora Hohmann, chef del nostro ristorante, con l’aiuto prezioso di Maximilian Feichter, responsabile dell’organismo agricolo della Tenuta, sa immaginare un menu fin da quando sceglie quali verdure piantare nell’orto. La sua cucina racconta ogni giorno ciò che sta crescendo o vivendo in loco, poiché da noi l’agricoltura e la ristorazione vanno sempre di pari passo. E la verdura che trovi nel piatto, fino a due ore prima era ancora in terra nell’orto.

It’s a match

Flora Hohmann e la famiglia Lageder hanno molte cose in comune: sentire di capirsi alla perfezione, volersi calare sempre nel contesto delle cose, condividere dei valori, puntare a obiettivi comuni, ma anche saper imparare dalla natura, comprenderla e sentirla.

Cresciuta tra i frutteti estensivi che costeggiano il lago di Ammer nell’Alta Baviera, fin da piccola Flora Hohmann imparò a cucinare e a farsi il pane con le proprie mani. Dopo la scuola alberghiera, fu assunta come capocuoca all’enoteca “Walter und Benjamin”, dove ebbe modo di dare spazio alla propria creatività e scoprire le interazioni fra il vino e il cibo buono. Dopo la laurea all’Università Slow Food di Pollenzo, assunse la direzione del “Tantris Natural Wine Bar”, e da allora ha curato numerosi progetti ispirati al principio “dalla fattoria alla tavola”.

Tutto ha un valore

Ci teniamo molto a valorizzare gli alimenti nella loro interezza evitando ogni spreco. Dei nostri animali utilizziamo tutta la carne, dalla spalla alla lombata, dalla salsiccia al paté. La verdura e la frutta che non portiamo in tavola nel ristorante non la buttiamo, ma la conserviamo sciroppata, sott’olio, sott’aceto, essiccata o fermentata, in un laboratorio attrezzato che abbiamo allestito nella Tenuta.

La Vineria Paradeis
Via Casòn Hirschprunn 1
I-39040 Magrè (BZ)
T +39 0471 809 580
paradeis@aloislageder.eu

La Vineria Paradeis
Via Casòn Hirschprunn 1
I-39040 Magrè (BZ)
T +39 0471 809 580
paradeis@aloislageder.eu

GPS data:
latitude: 46.28721
longitude: 11.209841

© Alois Lageder | All Rights Reserved.
IT BIO 013 Number of control body

La Vineria Paradeis
Via Casòn Hirschprunn 1
I-39040 Magrè (BZ)
T +39 0471 809 580
paradeis@aloislageder.eu

GPS data:
latitude: 46.28721
longitude: 11.209841

© Alois Lageder | All Rights Reserved.
IT BIO 013 Number of control body